Il Bosco Cantastorie

  • Mi piace 0
NASCE IL BOSCO CANTASTORIE NEL PARCO DI VILLA STROZZI A FIRENZE
Al via l’inaugurazione del “Percorso della Memoria”, il primo di tre itinerari educativi per bambini

Il grande parco di Villa Strozzi diventa la foresta delle fiabe: è il progetto “Il Bosco cantastorie”, iniziativa di Gucci, del Comune e del dipartimento di economia, ingegneria, scienze e tecnologie agrarie e forestali dell’Università di Firenze che prevede la realizzazione di tre diversi percorsi educativi e didattici riservati ai bambini per far scoprire loro il parco in maniera divertente e insolita ma anche per sensibilizzarli ai temi della sostenibilità ambientale e del valore del patrimonio storico-paesaggistico.
Nel 2013 il progetto è stato inserito nel programma de “Le chiavi della Città”, iniziativa che promuove percorsi educativi e approfondimenti interdisciplinari su temi quali linguaggio musicale, media e comunicazione, formazione del cittadino e disabilità.
http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_2column/wg_cantastorie_6_web_2column.jpg
L'itinerario della Memoria

Nel primo percorso inaugurato, percorso della Memoria, la nobildonna fiorentina Luisa Strozzi guida il visitatore attraverso i sentieri del Boschetto alla scoperta di Stazioni ed Indizi, collocati in corrispondenza di ambiti che possiedono uno specifico significato storico o poetico-evocativo.
http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_2column/wg_cantastorie_5_web_2column.jpg
Il Selvatico

La prima stazione, Il Selvatico, recupera la memoria di una figura dell'arte dei giardini di origine medioevale, diffusa in Toscana a partire dal Quattrocento: un boschetto di sempreverdi, destinato all'allevamento di piccoli animali e disposto a nord per proteggere la proprietà dai venti di Tramontana, contrapposto al domestico, giardino formale di rappresentanza vicino alla villa o al Palazzo.
Su di un poggio, nello spazio segreto del Selvatico è possibile sostare per giocare con l’immaginazione, riscoprendo la storia (e le storie) del parco e rievocando gli antichi mestieri del boscaiolo, del giardiniere e del carbonaio... In questa stazione i  piccoli visitatori potranno improvvisare una “caccia al tesoro” botanica: lungo i bordi della pedana in legno sono scritti i nomi di alcune piante che potranno essere riconosciute nelle immediate vicinanze.
http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_2column/wg_cantastorie_4_web_2column.jpg
Anello di Luisa

Un bivio tra due sentieri accoglie la stazione de L’Anello di Luisa Strozzi, dove il riaffiorare di erbe spontanee al centro del percorso è ‘catturato’ da una pavimentazione anulare metallica, ispirata ai preziosi gioielli della nobildonna protagonista del romanzo del Rosini. L’anello funziona come una “macchina” del tempo che ci invita a risalire indietro nei secoli o a proiettarci nel futuro, riscoprendo le date della storia del parco (incise lungo il bordo esterno della fascia metallica) o ripercorrendo le tappe significative della azienda Gucci (riportate lungo il profilo interno) grazie a cui il Bosco Cantastorie è nato.
http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_2column/wg_cantastorie_3_web_2column.jpg
Ponte a Strisce

Passando sotto il Ponte a Strisce, una delle fabbriche del parco ottocentesco disegnato dall’architetto Giuseppe Poggi, si incontra una pavimentazione a strisce, in pietra arenaria e mattoni, che disegna a terra l’ombra del ponte e rimanda ad antichi mestieri (scalpellino, lanaiolo, mercante).
La sosta in questa stazione invita il visitatore ad entrare nel mondo delle misure: incise sulla pietra si riconoscono alcune differenti scale di misura, da quella metrica decimale a quelle storiche (come il braccio fiorentino o la “Canna di Calimala”, adoperata per il commercio delle stoffe nella Firenze trecentesca) fino ad una scala spazio-temporale di fantasia, che può essere utilizzata dai piccoli visitatori per misurare il percorso compiuto nel Bosco di Villa Strozzi.
http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_2column/wg_cantastorie_1_web_2column.jpg
Villa e Scuderia degli Strozzi

Risalendo la scalinata alla base del poggio su cui sorgeva il nucleo originario dell’edificio cinquecentesco, il percorso si conclude con la stazione dedicata a Villa e Scuderia degli Strozzi: tra il 1855 ed il 1857 Giuseppe Poggi costruisce la nuova dimora di rappresentanza della nobile famiglia sulla terrazza inferiore e in posizione dominante e riconfigura le fabbriche  preesistenti in architetture di servizio (scuderie, cappella e  casa del giardiniere). Ai piedi del muro esposto a sud-est delle Scuderie poggiane è stata inserita una nuova fascia pavimentata, realizzata con ciottoli di colori diversi ed ispirata al disegno del tessuto ‘Diamante’ di Gucci. Sotto lo sguardo attento dei destrieri di Ferdinando Strozzi che sorvegliano dall’alto dei medaglioni in cotto, sarà possibile reinventare antichi giochi di strada, utilizzando come riferimento i sette ferri di cavallo inseriti nella pavimentazione.
http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_2column/wg_cantastorie_2_web_2column.jpg

Seleziona il paese desiderato

shopping online disponibile
esplora il nostro sito web
Selling_divider

Ricorda che cambiare località durante gli acquisti comporta lo svuotamento del carrello

Consegna entro Natale
La consegna entro Natale è garantita per tutti gli ordini di articoli immediatamente disponibili effettuati entro le ore 12 del 22 Dicembre 2014.

Per gli ordini impostati dopo le ore 12:00 del 22 Dicembre non possiamo garantire la consegna entro Natale.
SPEDIZIONE EXPRESS GRATUITA E CONFEZIONE REGALO SU TUTTI GLI ACQUISTI SU GUCCI.COM

Questa offerta sarà applicata soltanto agli acquisti effettuati sui siti europei e UAE di Gucci.com