Gucci e la Dia Art Foundation

  • Mi piace 4
STORIA DELLA COLLABORAZIONE

Gucci è orgogliosa di sostenere la Dia Art Foundation, organizzazione no profit fondata nel 1974 e riconosciuta a livello internazionale per aver avviato, sostenuto, presentato e preservato importanti progetti artistici della fine del XX secolo.

Gucci, marchio iconico con una tradizione lunga 90 anni, si impegna dunque nella conservazione di patrimoni artistici e importanti opere d'arte storiche, per consentirne la visione al pubblico di domani.
Nell’ambito di questa missione, fino ad oggi Gucci ha sostenuto i seguenti progetti Dia:
-Ristrutturazione ed esposizione di 24 Colors−for Blinky, di Imi Knoebel, 1977
-Campagna per la Conservazione dell'installazione The Lightning Field, di Walter de Maria, 1977
-Conservazione di Spiral Jetty, di Robert Smithson, 1970
-Presentazione della mostra itinerante, Blinky Palermo: Retrospettiva 1964-1977
Il nome Dia viene dalla parola greca che significa “attraverso” ed è stato scelto per suggerire il ruolo di collegamento dell'istituzione - che funge da intermediaria o facilitatrice - nella resa di straordinari progetti artistici la cui natura visionaria e le cui dimensioni spesso superano i limiti di ciò che normalmente viene presentato nei musei e nelle gallerie tradizionali. La collezione esistente comprende importanti progetti a lungo termine, riguardanti siti specifici nella parte occidentale degli Stati Uniti, a New York, a Bridge Hampton e a Long Island. Dia presenta anche una collezione permanente di opere d'arte che spaziano dagli anni '60 a oggi, conservata presso la sua sede, a Beacon, nella Valle dell'Hudson, stato di New York. 
Un vero e proprio museo che ospita le opere di un selezionato gruppo di alcuni tra i più espressivi artisti degli ultimi cinquanta anni, tra cui Joseph Beuys, Louise Bourgeois, John Chamberlain, Walter De Maria, Dan Flavin, Donald Judd, On Kawara, Imi Knoebel, Sol LeWitt, Agnes Martin, Bruce Nauman, Blinky Palermo, Gerhard Richter, Richard Serra, Robert Smithson e Andy Warhol.
 
Nel 2009, la Dia ha annunciato il progetto di costruzione di un nuovo spazio a Chelsea, che costituirà il centro dei suoi programmi nella città di New York e comprenderà opere commissionate ad artisti contemporanei, mostre, performance e installazioni a lungo termine.
www.diaart.org


http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_inset/wg_fund_dia_1_web_inset.jpg

Imi Knoebel, 24 Colors-for Blinky, 1977. Veduta dell'installazione al Dia:Beacon, Beacon, NY. Dia Art Foundation, New York. Fotografia: Bill Jacobson.

PROGETTI SOSTENUTI DA GUCCI
Ristrutturazione ed esposizione di 24 Colors−for Blinky, di Imi Knoebel, 1977. Nel 2007, Gucci ha finanziato la ristrutturazione completa e l’esposizione di 24 Colors–for Blinky di Imi Knoebel, opera fondamentale della collezione Dia. Questo ciclo epico di 21 dipinti, che segna il primo deciso approccio di Knoebel al colore, comprende distinti pannelli geometrici in legno, totalmente privi di angoli retti, ciascuno dei quali è dipinto in una sola tonalità di colore puro. Questa serie monumentale, acquisita dalla Dia negli anni '70, è stata meticolosamente ristrutturata dall'artista per l’installazione presso il Dia: nel maggio del 2008, Bacon ha così realizzato la sua prima assoluta esposizione nel Nord America. 24 Colors−for Blinky è un’opera creata da Knoebel quale tributo al suo caro amico, l'artista tedesco Blinky Palermo, poco dopo la sua prematura scomparsa. Per Beacon l'opportunità di esporre 24 Colors−for Blinky al Dia è particolarmente importante, poiché la serie è stata collocata nelle gallerie adiacenti a quella in cui è esposta l'opera dello stesso Palermo.
http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_inset/wg_fund_dia_1_web_inset.jpg

Imi Knoebel, 24 Colors-for Blinky, 1977. Veduta dell'installazione al Dia:Beacon, Beacon, NY. Dia Art Foundation, New York. Fotografia: Bill Jacobson.

Campagna per facilitare la conservazione di “The Lightning Field, 1977” di  Walter De Maria

The Lightning Field, situata in un’area remota dell’alto deserto del New Mexico, è internazionalmente riconosciuta come una delle opere d’arte più significative degli ultimi decenni del XX Secolo. Composta da 400 pali in acciaio inossidabile che costituiscono una griglia che misura un miglio per un chilometro, l’opera presenta un limite naturale formato dalle montagne distanti e dalla linea dell’orizzonte. Quando la speculazione immobiliare minacciò di invadere l’area, Dia diede inizio ad un piano per prevenire la suddivisione del terreno entro un raggio di 3 miglia rispetto a  The Lightning Field con l’obiettivo di mantenere l’isolamento naturale, considerato un aspetto critico dell’opera. Col sostegno di Gucci, nel 2008 Dia ha raccolto i fondi necessari per la conservazione di 6.000 ettari di terreno che aiuteranno a mantenere intatta l’esperienza di The Lightning Field per le generazioni future.
http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_inset/wg_fund_dia_2_web_inset.jpg

Walter De Maria, The Lightning Field, 1977. Installazione a lungo termine a Quemado, Nuovo Mexico. Fotografia: John Cliett. © Dia Art Foundation.

Conservazione di Spiral Jetty, di Robert Smithson, 1970
L'emblematica opera di “land art” di Smithson si trova sul Great Salt Lake nello Utah. Utilizzando le rocce di basalto nero e la terra del posto, l'artista ha creato una spirale lunga 457 metri e larga 4,5, che si estende fino allo specchio d'acqua cristallino.  All'inizio del 2008, la Dia è venuta a conoscenza della presentazione di una domanda di trivellazione per la ricerca di petrolio nel lago, a circa cinque miglia da Spiral Jetty. Un intervento che avrebbe potuto rovinare la visione panoramica dell'opera, sconvolgere il carattere isolato dell'area e minacciare l'integrità fisica della scultura di Smithson. La Dia ha dunque avviato una serie di azioni per delimitare una zona cuscinetto intorno a Spiral Jetty, allo scopo di proteggere l'opera e l'ambiente naturale circostante. Attraverso la sua sovvenzione, Gucci ha ricoperto un ruolo di primo piano nell’operazione, contribuendo a rendere possibili gli sforzi della Dia per garantire la continuità della fruibilità di quest'opera d'arte di fama internazionale.
http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_inset/wg_fund_dia_3_web_inset.jpg

Robert Smithson, Spiral Jetty, 1970. Installazione a lungo termine a Rozel Point, Box Elder County, Utah. Fotografia: Gianfranco Gorgoni. Collezione Dia Art Foundation.

Blinky Palermo: Retrospettiva 1964-1977
Organizzata congiuntamente dalla Dia e dal Center for Curatorial Studies presso il Bard College (CCS Bard), questa esposizione rappresenta la prima retrospettiva americana completa dell'opera dell'artista tedesco Blinky Palermo (1943-1977). Nonostante Palermo sia stato un artista di grande fama in Europa, le sue opere raramente sono esposte negli Stati Uniti. La retrospettiva mette in contatto il pubblico americano con tutte le fasi dell’intensa e prestigiosa carriera dell'artista, attraverso una selezione di circa sessanta opere, molte delle quali non erano mai state esposte prima negli Stati Uniti. Una combinazione che permette una nuova e approfondita valutazione dell'evoluzione dell'estetica di Palermo, illustrando l'importanza del suo contributo nel campo della pittura del dopoguerra.
http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_inset/wg_fund_dia_4_web_inset.jpg

Blinky Palermo, To the People of New York City (Part IX), 1976-77. Installazione al Dia:Beacon, Beacon, NY. Dia Art Foundation Fotografia: Bill Jacobson.

Gucci è orgogliosa di sostenere il tour nazionale di Blinky Palermo: Retrospettiva 1965–1977, curata da Lynne Cooke, che osserverà il seguente calendario:

  • ottobre 2010/gennaio 2011, Los Angeles County Museum of Art (LACMA)
  • febbraio/maggio 2011, Hirshhorn Museum and Sculpture Garden, Washington, DC
  • giugno/ottobre 2011, Dia: Beacon e CCS Bard Hessel Museum, nella Valle dell’ Hudson a New York
http://www.gucci.com/images/ecommerce/styles_new/201006/web_inset/wg_fund_dia_5_web_inset.jpg

Blinky Palermo, To the People of New York City (Part XII), 1976-77. Installazione al Dia:Beacon, Beacon, NY. Dia Art Foundation Fotografia: Bill Jacobson.

Seleziona il paese desiderato

shopping online disponibile
esplora il nostro sito web
Selling_divider

Ricorda che cambiare località durante gli acquisti comporta lo svuotamento del carrello

SPEDIZIONE EXPRESS GRATUITA E CONFEZIONE REGALO SU TUTTI GLI ACQUISTI SU GUCCI.COM

Questa offerta sarà applicata soltanto agli acquisti effettuati sui siti europei e UAE di Gucci.com